La validazione è la comunicazione esplicita e diretta della comprensione e della legittimità di un pensiero, emozione, comportamento, credenza, bisogno, in relazione ad un determinato contesto. Implica quindi il riconoscimento del diritto a sentirsi in un certo modo e del valore dell’emozione/bisogno che si prova.

Per alcune persone, può essere difficile riconoscere e dare valore ai propri bisogni personali o alle proprie emozioni. In altri casi, ci può essere una tendenza ad esprimere dei giudizi sulle proprie emozioni (ES: “Avere paura è da deboli”), che non fanno altro che rendere l’emozione che proviamo ancora più difficile da gestire e tollerare.

All’interno di una relazione interpersonale, la validazione favorisce la percezione di vicinanza, comprensione e fiducia. Tuttavia, non sempre si riesce a comprendere autenticamente l’altro e legittimare esplicitamente le sue emozioni, comportamenti, punti di vista, soprattutto quando sono molto diversi dai nostri. Questo a volte può portare ad allontanamento o conflitti interpersonaliIn situazioni di stress protratto, limitazioni personali e incertezza sul futuro, come quella che stiamo fronteggiando, è comprensibile e sensato provare preoccupazione, paura, tristezza, demotivazione, rabbia.

E’ importante cercare di ascoltare e comprendere i propri bisogni, riconoscendo il loro senso e legittimità. Allo stesso tempo, anche le altre persone con cui viviamo e interagiamo, sono immerse in questo contesto non favorevole per il benessere psicologico.

Possiamo essere d’aiuto anche semplicemente riconoscendo esplicitamente il valore e il senso di quello che prova l’altra persona. Si può validare in molti modi, anche con un semplice “Capisco” o con comportamenti non verbali, come un sorriso o un colpetto sulla spalla.

Per approfondire: https://www.stateofmind.it/tag/validazione

Categories:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *